FotoMorAle | Pau, una città in festa.
1279
post-template-default,single,single-post,postid-1279,single-format-standard,qode-quick-links-1.0,,vertical_menu_enabled, vertical_menu_transparency vertical_menu_transparency_on,qode-title-hidden,qode-theme-ver-11.2,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2.1,vc_responsive

Pau, una città in festa.

Non tutti sanno dove si trova. Pau è una piccola cittadina francese, che gli abitanti definiscono la porta dei Pirenei. Meno famosa della vicina Lourdes, a Pau da ben 84 anni, si organizza una gara automobilistica veramente unica. Infatti, pur non avendo un impianto fisso, la cittadina francese per due settimane all’anno crea una pista all’interno della città. Il tracciato si snoda intorno ad un parco, passando vicino al Casinò. Una piccola Montecarlo, senza il mare e yachts. E senza la F1. Si perchè tutto questo, viene creato per organizzare una gara di F3. Gli abitanti di Pau, accolgono nella loro città tutto il circus delle corse in maniera amichevole, facendoti sentire a casa. Tutto è organizzato nei minimi particolari e l’organizzatore fa in modo che tutti si sentano a proprio agio. Nessun isterismo (che visto la logistica potrebbe essere ben giustificato), solo passione e intrattenimento. La popolazione di Pau poi risponde alla grande. Tribune piene, bambini e famiglie ovunque. A vivere questi weekend ti fa rabbia poi tornare nella nostra Italia. Un Paese che anche nelle piccole cose non regge il paragone Europeo. Qui da noi un’evento cosi non sarebbe minimamente pensabile, soprattutto per delle categorie non F1.
Incredibile il fatto che la nostra Italia sia sempre al perenne inseguimento dei Paesi vicini. Un stato il nostro purtroppo ostaggio di una classe politica inadeguata alle sfide del futuro.